Per fare chiarezza…

I Paesi europei in cui è legale l'eutanasia (134mm x 100mm)
I Paesi europei in cui è legale l’eutanasia

di Anna Catania

 

In occasione della morte di dj Fabo si è riaperta la polemica sul suicido assistito, illegale in Italia: infatti per la legge è un reato l’istigazione al suicidio.

Prima di esprimere giudizi bisogna avere le idee chiare sui termini più utilizzati:

SUICIDIO ASSISTITO: Il paziente chiede al medico di prescrivere il mix di farmaci letali, di solito una bevanda. Il medico non agisce dunque direttamente ma collabora col malato, che ingerisce autonomamente il mix letale.

EUTANASIA: è il procurare intenzionalmente e nel suo interesse la morte di un individuo la cui qualità della vita sia permanentemente compromessa da una malattia, menomazione o condizione psichica.

Si definisce ‘attiva’ se si tratta  di un’iniezione letale da parte del medico su richiesta del paziente.

L’eutanasia è ‘passiva’ quando si interrompono le cure che tengono in vita il malato.

DAT (TESTAMENTO BIOLOGICO): Sono dichiarazioni che il soggetto decide di fare quando è in grado di intendere, in vista di una futura situazione in cui si trovasse in condizioni gravissime e non fosse più in grado di disporre di sè.

 ACCANIMENTO TERAPEUTICO: Eccesso nelle cure, che non hanno una reale utilità, non potendo portare alla guarigione, o che sottopongono il paziente a eccessiva sofferenza.

La cosa che hanno in comune il suicidio assistito e l’eutanasia è che occorre dimostrare di avere una malattia grave, incurabile, clinicamente accertata e irreversibile.