Progetto Meltep Erasmus+ 2015: Portsmouth (England)

Progetto Meltep Erasmus+ 2015: Portsmouth (England)di Alice Puglioli

Quando si sente parlare di Erasmus si pensa subito all’università e invece questa volta riguarda anche noi studenti di scuola media superiore.
Il Salvemini, infatti, è l’istituto capolista del progetto  Erasmus+ che, grazie a fondi dell’EU,  organizza tirocini di tre settimane all’estero in Francia, Inghilterra, Spagna, Malta e Germania.
Gli studenti che intendevano aderire all’iniziativa  hanno dovuto rispondere ad un bando    e sottoporsi ad una  conseguente selezione basata sul merito e  sul reddito.

Quando ho fatto domanda non ero pienamente convinta e non sapevo cosa sarebbe successo,  se mi avessero scelta. Read more

La combinazione perfetta

stage

di Giulia Mantovan

Come tutti sanno, nel Piano di Offerta Formativa del nostro Istituto è prevista per le classi quarte la partecipazione ad un Stage di alternanza scuola-lavoro per un periodo che varia tra le due e le tre settimane. La classe 4H indirizzo RIM, di cui io faccio parte, è stata selezionata per un progetto dell’Agenzia delle Entrate, formula 4+1. Ciò sta a significare che quattro giorni della prima settimana noi studenti ci siamo recati presso le due sedi della circoscrizione di Bologna dell’Agenzia delle Entrate e un giorno presso Equitalia. Grazie alla rappresentante dei genitori, associata dell’Albero delle Professioni, è stato possibile prendere parte ad altre due settimane di stage presso alcuni professionisti (commercialisti, avvocati,…) che esercitano la loro professione a Bologna e provincia.

La cosa più interessante di queste due esperienze è che ci  hanno dato la possibilità di vedere entrambe le facce del nostro indirizzo: l’economia e le lingue.

Queste ultime sono state molto utili durante la permanenza all’Agenzia delle Entrate, soprattutto al Box Informazioni, poiché arrivava gente da ogni parte del mondo che chiedeva in inglese il biglietto per lo sportello più adatto alle loro esigenze. In più, quando dovevano compilare dei moduli, l’inglese non era abbastanza e a questo punto intervenivano lo spagnolo ed il francese.

Le altre attività non richiedevano competenze pregresse particolari poiché si trattava di emettere Codici Fiscali con il Software dell’Agenzia, oppure si dovevano rilasciare i pass per accedere alla Direzione Provinciale.

L’economia, invece, è stata più utile durante le successive due settimane, in quanto alcune delle mansioni prevedevano la conoscenza del Bilancio ed alcune delle sue voci o regole di redazione.

Altri strumenti molto utili sono stati i programmi di Microsoft Office, in particolare Excel e Word: ogni mansione prevedeva l’utilizzo di almeno uno dei due.

Come anticipato dal titolo di questo articolo queste due esperienze sono state “la combinazione perfetta” per una classe di indirizzo RIM proprio per il fatto che hanno toccato entrambi i pilastri del percorso di studi.

Assolutamente un’esperienza da riproporre alle classi quarte dei prossimi anni.